mercoledì, aprile 17, 2013

I tagliolini neri con seppie ed asparagi

Scusatemi, il post di ieri è stato un po' pesante ma a volte alcune cose mi fanno scattare una molla di ribellione alla quale difficilmente riesco a resistere.

Oggi in compenso cercherò di farvi distrarre un po' con questi tagliolini.

L'idea di accompagnare seppie ed asparagi l'avevo vista su un vecchio numero de La Cucina Italiana, se non ricordo male quello di maggio 2011 o giù di lì. 
Non mi convincevano però i fusilli, ci vedevo meglio una pasta lunga, e nemmeno del tutto il procedimento, che prevedeva di scottare le seppie prima di cucinarle.

Sabato sera avevo a cena dei carissimi amici, avevo promesso asparagi ma avevo voglia di pesce, quindi quale occasione migliore per provare questo piatto?

Quindi sabato pomeriggio si va a fare la spesa, si comprano le seppie fresche dal pescivendolo ed Andrea, che è goloso quanto se non più di me, mi propone di usare dei tagliolini al nero di seppia.
E certo che sì, ottima idea!
Però non avevo il tempo per farli io con le mie manine, ma un pastificio artigianale ci ha soccorso e così eccoci a casa, lui a preparare la tavola (è il suo compito, oltre che fotografare i piatti) e io a preparare la cena.

A questo punto io, che faccio tutto sempre facile e tendo a rimuovere le cose, apro il cartoccio delle seppie e all'improvviso mi ricordo che pulirle non è sicuramente una delle cose più piacevoli del mondo!
Perchè "sguillano" dalle mani, macchiano di nero, sfuggono da tutte le parti e, non ultimo, è anche un'operazione un po' macabra.

Ma vediamo nel dettaglio come si fa, nel caso vi venisse voglia di cimentarvi in questa operazione.

Innanzitutto armatevi di forza e coraggio, lo so, son brutte brutte, ma anche tanto buone!
In caso di panico recitate un mantra.
Se non basta ricorrete agli psicofarmaci.

Personalmente prima di dare il via alle operazioni vi consiglierei di mettervi dei guanti altrimenti finirete per trovarvi le mani macchiate di nero, come me, per giorni e giorni. 

A questo punto prendete la prima seppia, guardatela, convenite con me che è bruttina forte, ma da una parte fa anche un po' pena poretta!

Respirate, fatevi forza e con decisione separate la testa dai tentacoli.

A questo punto potete decidere il da farsi a seconda di come vi piace affrontare le cose della vita: potete continuare a separare teste dai tentacoli fino alla fine delle seppie e poi passare allo step successivo; oppure, se non amate la ripetitività, passate subito alla fase due dell'operazione.

Prendete dunque la testa della seppia numero uno, ed esercitando una minima pressione sfilate il famoso osso di seppia, sì, quel coso lì, duro, piatto ed ovale.

Ora arriva il bello: la seppia si aprirà e rivelerà tutta la schifezza che ci sta dentro e voi, calmi ed imperturbabili, rimuoverete il tutto senza lamentarvi nè fare versacci nè tantomeno dire parolacce (tanto avete bevuto una boccetta di Lexotan, no?!?!)

Fatto questo sciacquate bene la seppia sotto acqua corrente e guardate come sembra già più commestibile!
Ma non esultate, non siete nemmeno a metà strada!

Adesso dovrete spellarla, e lì vi ci voglio. 
Perchè farlo senza infamare la povera bestia non è certo un gioco da ragazzi. 
Ma è lì che si vede la vera classe!

Per cui cercate di afferrare la pelle da un angolino, un po' come si fa con gli stickers, e di tirarla. Dovrebbe venire via tutta intera, o quasi....no? 
Non vi riesce??? 
E ci credo, c'avete i guanti!!!

Levate i guanti e ricominciate, sempre senza parolacce.
Fatto??? Noooo?
Riprovate!

Fatto??? Noooo?
Riprovate!

Fatto??? Noooo?
Riprovate!
Fatto??? Siiiiiiii!
Perfetto!
Vi sentite sollevati??? Sbagliate!

Perchè ora vi aspettano i tentacoli!

Prendete un ciuffetto, guardatelo, è ancora più bruto della testa! 
Tra l'altro ci son quei due poveri occhietti fradici che vi guardano.

Brrrrrr....reprimete il brivido, distogliete lo sguardo, pensate alla cena e con un paio di forbici tagliate via la parte degli occhi e del becco.

A questo punto ci sta anche che vi parta uno schizzo di roba. 
A me è successo.
Calma, non è ancora il momento di imprecare.
Sciacquate le mani, asciugatele, pulite la cucina e ricominciate da dove eravate rimasti!

Riprendete il ciuffetto, lavatelo bene e cercate di levare più pelle possibile.
Ottimo, la seppia numero uno è andata!
Peccato ce ne siano un altro tot!

Ora potete imprecare!

Anche perchè nel frattempo squillerà almeno un paio di volte il telefono, se avete uno o più gatti tenteranno di dare la scalata al lavandino arrampicandosi sulle vostre gambe e piantandovi ben bene gli artigli, passeranno a farvi visita i testimoni di Geova e varie altre amenità allieteranno il vostro lavoro.

Ma io ho estrema fiducia in voi, anche perchè se ho imparato io può farlo chiunque.

E se vi venisse in mente di comprare le seppie decongelate già pulite (io onestamente un pensierino ce l'avevo fatto!) ricordatevi sempre quello che mi ha detto la mia pescivendola: "Quelle rimangono CALLOSE".....

Brrrrrrr, no no, dammi quelle sudicie che me le pulisco! :)



Tempo occorrente:
20 minuti per la pulizia delle seppie + 20 minuti 

Ingredienti per 2 persone:
200 gr. di tagliolini neri 
un paio di seppie di dimensioni medio-piccole
un mazzetto di asparagi
uno spicchio di aglio
un peperoncino
prezzemolo tritato
mezzo bicchiere di vino bianco secco
olio extravergine di oliva
sale q.b.

Pulire le seppie (ihihihihihi) e ridurle a striscioline sottili.
In un'ampia padella far soffriggere lo spicchio d'aglio ed il peperoncino in un cucchiaio di olio, quindi unire le seppie tagliate e farle cuocere a fiamma media, fino a che non avranno riassorbito tutto il loro liquidino (ci vorranno circa 10 minuti).
Sfumare con il vino bianco, alzare la fiamma e lasciar evaporare, quindi unire gli asparagi che nel frattempo avrete pulito e ridotto a rondelle.
Regolare di sale, allungare con un poco di acqua tiepida o di brodo vegetale, coprire e lasciar cuocere il sugo per altri 5-6 minuti.
Spegnere avendo cura che rimanga un bel po' di fondo di cottura.
Cuocere i tagliolini al dente, scolarli tenendo da parte un po' dell'acqua di cottura, e saltarli nella padella con il condimento e allungando eventualmente con l'acqua tenuta da parte.
Servire i tagliolini caldi spolverati con un po' di prezzemolo tritato?

Secondo me ne è valsa la pena! 



45 commenti:

  1. Ecco!!!
    1. adesso che ho saputo tutto il procedimento mi sento un pochinino in colpa per tutto il lavoraccio che hai dovuto fare!!!
    ...MA...
    2. mi ritengo strafortunata ad avere il piacere di essere stata a cena da voi...MIEI AMATISSIMI AMICI!!
    3. MI SONO PISCIATA ADDOSSO DALLE RISATEEEE!!!! ahahahahahahahaah non riesco a smettere!! troppo bello questo post!
    4. BACIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dai Giulina, ho drammatizzato alla grande, se poi guardi bene alla fine ci ho messo meno di venti minuti a pulirle e me la sono pure presa comoda!
      E poi per te questo e altro!!! :)
      Bacini a te!!! Non vedo l'ora di rivederti/vi ♥

      Elimina
  2. 1. Se tu pensi quanto è brutta la povera seppia, pensa alla seppia quanto puoi apparire bella tu!
    2. Hai poco da imprecare: tu te ne stai bella bella coi guantini a far finta di essere schifata mentre invece la povera seppia viene scuoiata come San Bartolomeo Martire
    3. E se invece del Lexotan hai ingollato il Guttalax? Invertire due x è un gioco da ragazzi!

    FIRMATO L'ANONIMA SEPPIE LIBERE


    PS... Deliziosi questi tagliolini!!!! Un bascio cocca!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 1. la seppia è morta e quindi, per sua fortuna, non saprà mai che faccia ho;
      2. macchè, io i guantini manco c'ho provato a metterli, te l'immagini, io con i guantini ahahahaha......nein, io amo scuoiare seppie pelle a pelle!
      3. se hai preso il Guttalax la seppia sta meglio di te! :)

      P.S. te l'ho mai detto che ti amo?!? ihihhhi

      Elimina
  3. Ahahahahaha ! Mi hai fatta morir dal ridere !!!!
    Direi che il tuo piatto è davvero gustoso..mi piace molto il mix di sapori e anche il contrasto di colori...assolutamente da provare...anche se, potresti replicarlo tu quando mi inviterai a cena a casa tua ;)
    Bacione tesoro e buon pomeriggio !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pigronaaaaaaa, raussssss, vai a spellare seppie immediatamente!!! ;)
      Ahahaha, baci Mary!!!

      Elimina
  4. noto un po di sadismo in questo post....comm'è (doppia M voluta) amica mia????

    ahahahahahah...mi hai fatto paccare..ahahahah..scena stupenda! La prox volta però fatti fare un filmino da Andrea..secondo me merita la visione :D!

    BElla questa pasta..accoppiata vincente seppie e asparagi!
    Brava amica :D!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Macchè sadismo Saretta, semmai masochismo!!!
      Il filmino....uhmmmm...potrebbe essere un'idea, ma mica ve lo faccio vedere a gratis, che ti credi, pagare per vedere!!!
      Un abbraccio stella, la tua gattaccia aspetta e freme!!!

      Elimina
  5. No vabbè la lotta con le seppie è da incorniciare... lo sai vero? hahah adesso sono io che ti ringrazio per gli step dettagliatissi che ci hai regalato e per grasse risate che mi fai fare.. :D sei il mio raggio di sole:D
    Risultato poi perfetto! abbinamento questo che non ho mai provato ma mi fido di te:* e non vedo l'ora di sperimentare visto che sono incollata allo schermo con la voglia di una forchettata!!... ti lovvo tesoro ma questa non è una novità <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo so, lo so, volevo sdrammatizzare Simo, dopo che ieri vi avevo ingozzato di tragedie umane!
      Sono felice che hai riso!!!
      E se mai le proverai sono sicura che tu farai anche i tagliolini da sola!
      Ti abbraccio Simo, forte forte!!!

      Elimina
  6. Io le faccio pulire dal pescivendolo e faccio prima! ahahaahah Ottimi i tuoi tagliolini.. smack cara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco, capito come si fa?!?
      Brava Claudia, baci!!!

      Elimina
  7. Non mi era mai capitato di ridere durante la pulitura di una seppia....
    Ha ragione Sara però, la prossima volta trasforma il fotografo in reporter e fatti filmare...la scena dei gatti in arrampicata libera sulle tue gambe non me la vorrei perdere!!!! Quando abitavo ancora con i miei oltre ad un cagnolino avevamo una gatta a tre colori...una vera peste!!! Ogni volta che c'era qualcosa sul piano di lavoro della cucina tentava di prenderlo per portarlo via e fare uno spuntino fino a quando un giorno ha portato via proprio una seppia surgelata...povera stella è rimasta con la bocca aperta per un sacco di tempo per il mal di denti...da quella volta lì ha perso il vizio del furto...almeno in casa mia perchè in casa dei miei nonni ha continuato alla grande!!!

    Non ho mai abbinato seppie e asparagi devo provare!!!

    Ti abbraccio forte forte stella
    Monica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahaha, povera micia!!!
      Proprio vero che "tanto va la gatta al lardo che ci lascia lo zampino"!!! Lei manca poco ci lasciava i denti!!! :)
      Provali Monica, è un accostamento interessante!
      Baci baci baci a te!!!

      Elimina
  8. Grandissima Roby! Pensa che quando io vado dal pescivendolo per prendere le seppie gli chiedo per prima cosa se me le pulisce, perchè in caso contrario desisto... Del resto non sono nemmeno in grado di pulire un pollo e quando mi è capitato di averne uno tra le mani ho lasciato tutto nelle mani dell'Assistente e sono rientrata in cucina solo dopo un paio di ore...
    Mi era proprio venuta voglia di preparare le tagliatelle nere, la ricetta torna utilissima!
    Baci
    P.S. Finalmente oggi a pranzo ho preprarato una ricetta per il tuo contest. scrivo il post e la pubblico ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahaha, ma davvero?!? No, vabbè, io allora in confronto a te sono una macellaia, pensa che c'è stato un periodo che mi arrivavano in casa dei fagiani interi e che mi è toccato imparare a pulirli....non ti dico Dani!!
      Aspetto la ricettina con ansia, un bacio grande e grazie!

      Elimina
  9. Ma và che sei bravissima! quel piatto deve essere superbo e la tua amica lo ha confermato......ma il sacchettino del nero della seppia non lo hai buttato vero?
    io lo amo da morire^.^
    Roby bella grazie per il tuo commento sei sempre deliziosa,davvero!
    Z&C

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh si invece, stavolta l'ho buttato, a dire il vero per esigenze fotografiche, sennò mi veniva tutto il piatto nero. Però di solito lo uso :)
      Tu sei deliziosa! Un bacio!

      Elimina
  10. Ahahah
    la prima volta che ho pulito una seppia non ci crederai....
    ho chiuso gli occhi e sono diventata un mostro
    giuro!!!!!Tiravo, tagliavo,ogni tanto sbirciavo
    ma che lavoro
    ma siiiiiiiiiii ne vale la pena
    Un piatto assolutamente da provare!!!!!!
    Complimenti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci credo Renata, ci credo, la prima volta è quasi un trauma :)
      Grazie, un bacio!

      Elimina
  11. Ricetta "très chic" Roby, complimenti...
    Mi autorizzi a comprare i tagliolini già fatti? ;-)
    Un bacione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ovviamente sì Ale, come ho fatto io del resto;)
      Baci!!!

      Elimina
  12. Allora il piatto mi piace un casino e ci credo che sia buonissimo ma dopo aver letto tutto il procedimento per pulirle credo che la prossima volta me le faccio fare da te:p
    Io ho provato a pulire un pesce solo una volta ed ho un brutto ricordo ....
    Un bacione bellezza

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ora io vorrei davvero sapere che t'avrà fatto mai quel povero pesce!!!
      Basta, ho deciso, tengo un corso per insegnare a pulire il pesce, dici che potrebbe funzionare?!? ;)
      Baci Ombretta, - 9 ♥

      Elimina
  13. Divertente il racconto della pulitura Roby. Io per fortuna ho il marito che ha per hobby la pesca, non prende più nulla ma mi aiuta a pulire il pesce, è bravissimo! L'accostamento dei sapori mi sembra azzeccato, quinidi vale la pena fare tutto questo lavoro! Un bacio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tutte agli altri le fortune, vedi? :)
      No, a me tocca far da sola, a meno che la pescivendola non si muova a compassione!
      Un bacio Cadè, e grazie!!

      Elimina
  14. Aahahahahahah Robyyyyy :D mi hai fatto morire! Diciamo che io, per ora, mi gusto il tuo piatto e ti faccio tanti complimenti... magari dopo varie sedute di training riuscirò a pulire le seppie (e il pesce) per bene :D ;) Un abbraccio forte forte forte :) :**

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahaha, ma Vale, non si ride delle sciagure altrui!!!!
      Se il training non funziona passa allo xanax, ma attenta come dice Patty a non confonderti con il Guttalax che sennò è un casino!!! :)
      Baci Vale, ci siamo quasi!!!

      Elimina
  15. Che simpatica che sei!!! E questo piatto di tagliolini seppie e asparagi è una vera bontà!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Melly, piacere di conoscerti :)

      Elimina
  16. ahahahah.mitica tu!un piatto splendidissimo Roby..ne è valsa la pena sporcarsi le mani è?:) bacio grande e ricordati che le seppie decongelate rimangono callose!..ahahahah bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahaha, brrrrrr no dai, callose no, mi vengono i brividi, meglio il nero di seppia per tutta la cucina :D
      TU mitica!!! Ti abbraccio!

      Elimina
  17. Troppo ridere!!! Ommmm e via, a pulire senza dire le parolacce.....;)
    Sarà stato buonissimo!!!
    PS si, puoi usare anche un cubetto di lievito di birra per fare questi naan!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Isabel, ci proverò sicuramente!!!!
      Ommmmmmmmm.......... ;)
      Baci!!!

      Elimina
  18. ah!ah!ah!..certo però che ne è valsa la pena affrontare le 'bestiacce' nere dopo un beverone di lexotan se poi ci rifili un piattino del genere!!!
    Però è davvero un compito ingrato la pulizia delle seppie, l'alternativa è impietosire il pescivendolo come ho fatto io la settimana scorsa con i moscardini...ah!ah!ah! prossimamente nel blog..quando troverò il tempo per mettere a posto le ricette e scrivere i post..:-/
    Bravissima Roby, questa pasta mi fa venire l'acquolina..ti abbraccio forte! Roberta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Uffi ma solo la mia di pescivendola non mi pulisce nulla se non i pesci con le spine?!? non è giusto, ecco!!! ;)
      Buoni i moscardini, aspetto ricettina tua allora!
      Baci Roby!!!

      Elimina
  19. ahahahah.....ahahah non ce la faccio, hai descritto alla perfezione quello che provo io quando pulisco le seppie, e sono anche piu'temeraria , gli prelevo la sacca col nero Ahaha.....Questi tagliolini in compenso dopo tutta la fatica e la boccetta di ansiolitici sono deliziosi, me li mangerei in un sol boccone.Bacioni cara.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahaha, brava Vero! Se mi serve a dire la verità lo faccio anche io, ma stavolta avevo già i tagliolini neri!
      Comunque sì, per me merita alla grande!
      un abbraccio!!!

      Elimina
  20. Che ridere Roby!!! Verissimo :)
    Una tortura lunghina e poco piacevole, poi però... meraviglia!! Piatto divino!!!
    Un bacione tesoro, grande grande!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda Lory, a me il pesce piace talmente tanto che ne vale sempre la pena :)
      Un bacio e...daiiii, smettila di ridere!!!

      Elimina
  21. Roby, mi hai fatto fare delle risate!!!!
    Tu lo sai che io adoro la pasta, pesce e asparagi.... Anche questa tua versione mi piace molto :).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahaha, che crudeli che siete, tutte a ridere! :)
      Si, gli asparagi con il pesce son la fine del mondo!
      Un bacio bella mia, a presto!

      Elimina
  22. Ahahahha ... Roby? Sguillano? Non l'avevo mai sentito dire ma hai reso bene l'idea ;) Per quanto riguarda la pulizia delle seppie, lo faccio fare sempre al pescivendolo e spero di non dimenticarmi mai di chiederglielo :D anche perché, è vero, l'alternativa delle seppie surgelate non più piace ... rimangono "callose" :DD
    Ciao tesoro, buon pomeriggio!
    ps: al mio lui non piace preparare la tavola, come faccio a convincerlo che è una cosa piacevole e creativa??

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahaha, Vale, è un termine che si usa qui in Maremma, non sto a tradurtelo tanto hai già capito :)
      Come fai a convincerlo?!? Onestamente non lo so, io il mio l'ho già trovato "accessoriato" così, ma sono convinta che il tuo lui ha cose che il mio non ha....tanto vale prenderli così per come sono ;)
      Baci bella, buon pomeriggio a te!!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...