lunedì, gennaio 28, 2013

Impossibile da dimenticare: Viaggio Intorno all'Uomo

Non riesco in nessun modo a levarmi dalla testa e dal cuore 
quello che i miei occhi hanno visto ieri.

A Genova, al Palazzo Ducale, i lavori del mio fotografo preferito, 
Steve McCurry, nella mostra Viaggio Intorno all'Uomo.

Sono entrata in quelle sale e quella che ne è uscita, in qualche modo, non ero più io.

Non lo so se ha fatto lo stesso effetto anche agli altri visitatori, 
ma io mi sento allo stesso tempo come se fossi appena uscita da una notte di passione, 
da un incontro di lotta libera, 
da un tenero abbraccio,
 da un calcio in faccia, 
da un viaggio infinito 
nel mondo e tra gli uomini, 
tra la bellezza e l'orrore, 
tra la poesia ed il disprezzo, 
tra l'amore e la follia, 
tra tutto ciò che di eccelso e di terribile c'è nel cuore dell'Uomo.

Un'esperienza così profonda, così magica, così toccante che io oggi, davvero,
 non riesco a riprendermi e nemmeno, a dirvi la verità, a pensare al cibo.

Ed allora non mi resta che condividere con voi 
alcune delle impressioni che porto con me oggi, 
nette ed indelebili, 
pure e torbide, 
poetiche e drammatiche.




Lo sguardo fiero ed indomito di questa donna Tuaregh.....



....il libro che la vita ha scritto sul volto di questo monaco.....



....l'amore tra una madre e una figlia.....



.....i bambini che son sempre bambini, ovunque il destino li abbia messi al mondo......



.....un babbo afghano.....



.....le contraddizioni di un mondo folle......



.....le infanzie rubate.....



....e quelle spensierate.....



.....il sorriso di chi ha salvato il suo lavoro.....



....e il coraggio di chi torna a ricostruire ciò che la guerra ha devastato....



.....la follia dell'uomo....



...ed il calore di un abbraccio....

ed infine lei:



La foto che lo ha reso celebre, la ragazza afghana, Sharbat Gula. 
Fotografata nel 1983 in un campo profughi in Pakistan, 
sfuggita alla guerra in Afghanistan con il fratello e i nonni, orfana. 
Ritrovata dal fotografo nel 2002, oggi ha all'incirca la mia età.
Ma nei suoi occhi, nel suo sguardo dal quale non riesco a staccarmi, grida il dolore ed il terrore di tutti i profughi, 
e la dignità immensa di chi non si dà per vinto.


58 commenti:

  1. Risposte
    1. Di che topo è solo che tutto mi trabocca oggi, e da sola non ce la faccio......

      Elimina
  2. Semplicemente grazie.Una carezza,un pugno,non lo so cosa mi hai donato.Gli occhi di quella ragazza,ma anche la foto con i bambini che giocano "tra " la guerra.
    Grazie.
    baci
    Monica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te Monica, se hai tempo e voglia perditi nel suo sito, o nel suo blog, ma poi torna tra noi che abbiamo bisogno della tua immensa ironia :)
      Un abbraccio!

      Elimina
  3. sei stata speciale con questo post, con le tue parole e con queste immagini, una più toccante dell'altra! Grazie veramente, perchè oggi ci hai arricchito l'animo e il cuore!
    Ti mando un bacio grande cara!!

    Sei davvero un'essere speciale.
    Sara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, non sono speciale cara, è che davvero tutte le emozioni belle e brutte che ho ricevuto oggi mi traboccano dal cuore, e così no potevo non condividerle, nel bene e nel male. :)
      Un bacio immenso :*

      Elimina
  4. E' veramente una grande emozione guardare queste foto. Grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te Any, sono contenta che ti siano piaciute anche se alcune sono veramente dolorose!
      Un abbraccio!

      Elimina
  5. tesoro mio sono rimasta senza parole... sei riuscita a trasmettermi parte di quelle emozioni che ti hanno coinvolta in questo tour fantastico.. paralisi.. immagini stupefacenti, toccanti, rappresentative... e non posso che unirmi al resto dei GRAZIE per averle generosamente condivise con noi.. davvero.. La foto del MC è illuminante... ma una luminescenza che mette in risalto la contraddizione e l'indifferenza più atroce... potrei commentarle tutte, ad una ad una.... MAGNIFICHE...
    ti abbraccio tanto amica mia e grazie per questo straordinario post-sorpresa :) buona settimana cucciola:*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo scrivevo poco sopra Simo, non è generosità, è davvero che tutte queste emozioni traboccavano in qualche modo, e avevo davvero bisogno di condividerle con qualcuno!
      Che poi, la cosa bella è che il messaggio supremo che ne esce, secondo me è positivo, ovvero, come l'uomo riesca ad essere uomo sempre e comunque, che la vita è più forte di ogni altra cosa. ma quanto dolore però......
      Anche io ti abbraccio forte, buona settimana anche a te bellezza mia !!

      Elimina
  6. grazie per aver aver condiviso queste immagini e il modo in cui le hai vissute hai saputo trasmetterle perfettamente attraverso queste pagine. LA bambina afgana chi se la dimentica, ero al liceo! e Ad appena trent'anni è stata ritrovata e fotografata di nuovo, sembrava una donna di 60. e quell'amore tra la mamma e la figlia, riportano alla condizione delle donne, costrette a indossare giorno e notte quegli anelli di acciaio fino a modificare la conformazione del collo. E i bambini... tutti quelli felici e quelli violati, senza parole. E' stato un viaggio emozionante. un abbraccio mony ***

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te Moni, i vostri commenti e la vostra attenzione mi fanno sentire meno "sola" di fronte all'enormità di quegli scatti!
      Il particolare di Sharbat Gula oggi, mia coetanea eppure, all'apparenza, una vecchia, mi ha particolarmente turbata, e d'altra parte mi ha commosso sapere che, per quella foto, tante persone all'epoca sono partite per andare a fare i volontari nei campi profughi pakistani, potenza, di uno sguardo, e della grandezza del cuore dell'uomo!
      Un abbraccio, e grazie a te!

      Elimina
  7. Immagini terribili e magnifiche al tempo stesso...che a volte mostrano tutta l'incoerenza e la crudeltà dell'uomo......come non rimanere magnetizzati dallo sguardo della ragazza afghana....

    Un abbraccio grande
    Monica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...e da tutto il resto! Perchè allo stesso tempo documentano anche la belelzza, la solidarietà, l'amore, la tenacia, la vita!!!
      Appena il mio piccolo fotografo personale si sceglie le sue foto, arriva anche il post su voi e sulla Superba!
      Per ora un abbraccio, e grazie ancora di tutto!! :*

      Elimina
  8. Ecco, ora dimmi cosa devo pensare io. Alcuni giorni fa ho visto nel web la foto della ragazza afgana. Ci sono incappata per puro caso, ma il suo sguardo non mi ha più lasciata. Quegli occhi, capaci di parlare molto più della bocca. Di raccontare più di un diario gli orrori vissuti. Capaci di farmi sentire in quel campo profughi, lì proprio accanto a lei. Non sapevo di chi fosse la foto e guarda te... sempre sulla mia lunghezza d'onda. Sai fino a quando é aperta la mostra? Magari ci faccio un salto pure io. Un bacio e grazie per essere esattamente come sei!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vabbè Elle, te mi fai venire i brividi, te lo giuro! E' incredibile!
      Beh, qui (http://www.nationalgeographic.it/dal-giornale/2011/12/29/video/dvd_alla_ricerca_della_ragazza_afghana_mcurry-766854/1/) trovi un breve trailer del documentario "Alla ricerca della ragazza afghana", che documenta la ricerca di lei diciassette anni dopo e la sua storia. Lo proiettavano alla mostra ma io l'ho anche comprato, è impressionante e bellissimo! E poi, a questo punto, non puoi non perderti nel favoloso e terribile mondo di Steve Mc CurrY: http://stevemccurry.com/galleries.
      La mostra l'hanno prorogata fino al 4 aprile!
      Grazie a te, che a volte sembri una sorella gemella :)

      Elimina
    2. Grazie per le info!
      Cavolo, allora fino al 4 aprile magari riesco a passarci. Speriamo! Un bacio

      Elimina
    3. Te lo auguro, però occhio a non fare come me che ci son rimasta sotto, mi raccomando ;)
      Baci Elle!

      Elimina
  9. è veramente bello questo post Robi.. un fotografo che non conoscevo per niente, apparte la foto della bambina che se non mi sbaglio ha riscattato quando è cresciuta,oppure no?
    Pero queste foto sono veramente meravigliose.. In tutte c'è del bello e della tristezza, Grazie per aver condiviso con noi questa tua passione!!
    Grazie bella !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io lo adoro, non mi stancherei mai di guardare le sue foto!!
      Si, l'ha cercata, ritrovata 17 anni dopo, rifotografata e "salvata" dando a lei e alla sua famiglia una casa, un lavoro, un'educazione per i sui figli....una storia veramente toccante, ma anche piena di speranza!
      Grazie a te, un abbraccio grande!

      Elimina
  10. sono magnifiche i volti della persone sono le cose più bella da fotografare

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, raccontano veramente tante cose!!

      Elimina
  11. Roberta mi hai dato davvero tanto con queste immagini di rara bellezza ma alcune ti colpiscono allo stomaco più di altre.... La madre e la figlia dolce ma triste.... L' infanzia rubata fa sempre male.... Tutte danno tanto e guardando gli occhi della ragazza che già avevo letto della sua storia mi perdo....e qualche lacrima mi scende son sincera perché mi immedesimo ....
    Bellissimo questo tuo condividere ....
    Un abbraccio grande

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non lo dire a me, io è da ieri che ci sto male, e mi sembra di essere pazza! Eppure, almeno secondo me, la cosa che alla fine traspare dai suoi scatti è la speranza e la bellezza, il fatto che la vita è più forte di tutto, e tu, con il tuo cuore immenso, sei la prova che l'amore, goccia a goccia può cambiare la vita ed il mondo!
      Un abbraccio immenso! :)

      Elimina
  12. ..difficile trovare le parole dopo queste immagini!
    ..difficile descrivere le sensazioni..
    ..grazie Roby!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te...lo so, io è da ieri che ci rimugino sopra! :)
      Baci!!

      Elimina
  13. Queste immagini lasciano senza fiato e colpiscono dritte al cuore. E di sicuro ad osservarle dal vero l'emozione che trasmettono è ancora più forte. L'infanzia rubata mi ha shockata, giuro che ho avuto un sussulto e dentro un misto tra rabbia-dolore-incredulità-impotenza! E poi parliamo di mmondo civile!
    Grazie oper aver condiviso queste foto. Un abbraccio grande, buona settimana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Fede, ti dico la verità, solo oggi comincio un po' a riprendermi, ma ti giuro che quella mostra, dove erano esposti scatti duri ma anche altri, molto poetici e rasserenanti, mi aveva lasciato con un peso sul cuore che non so spiegare. Un po' come il tuo misto di rabbia-dolore-incredulità-impotenza! Però ti invito ad andare sul sito di McCurry a vedere anche le immagini belle, quelle che ricordano che la vita è potente e miracolosa! :)
      Un abbraccio immenso a te! Baci!

      Elimina
  14. Mi hai rapita, emozionata, commossa, incollata al tuo angolino. I tuoi occhi sanno guardare amica mia, grazie per aver scritto questo meraviglioso post! Grazie di cuore :')

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh Michi, io non ho fatto nulla, è Steve che è un fenomeno! :)
      Un abbraccio grande grande :*

      Elimina
  15. Un post davvero eccezionale,i tuoi scatti sono colmi di significato uno per uno,come rimanere indifferenti!
    A presto
    Z&C

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Ketty, sono felice di rivederti! :)

      Elimina
  16. Great post. Nice atmosphere on your blog. I like it here. ;]
    Feel free to visit my blog. New images.
    If you like my picture like me on the fan page: https://www.facebook.com/pages/In-another-light/413836138693856
    I will be extremely grateful.

    Have a nice day. Yours. ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Thank you very much Patrycja, I will come and visit you on Facebbok asap! :)

      Elimina
  17. Ho le lacrime agli occhi per la foto del bimbo che piange e mille altre emozioni nel cuore.E' proprio vero vedere queste immagini ti cambia qualcosa nell' anima. Baci cara post stupendo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Veronica, da una parte sono felice che anche i tuoi occhi e il tuo cuore siano stati così toccati, dall'altra perdonami, non volevo farti venire le lacrime agli occhi!
      Un abbraccio grande grande! :)

      Elimina
  18. Sono tutte bellissime e coinvolgenti..penso che anch'io sarei uscita da questa mostra molto stravolta nel corpo e nell'anima. Grazie di averla condivisa.
    Ora leggo il precedente post che mi ha attirato...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te Paola, sono felice che tante persone abbiano condiviso con me le emozioni, belle e brutte, che Steve Mc Curry ha saputo suscitare!
      Un abbraccio!

      Elimina
  19. Grazie Roby! Scusami ma non ho parole per questo tuo post...sto ancora riflettendo su queste immagini che ci hai regalato...
    un bacione
    Mari

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non preoccuparti, lo so, non è facile trovare le parole.....
      Ti abbraccio forte, un bacio!

      Elimina
  20. sono sempre belli gli incontri inaspettati e questo oggi lo è!
    trovare qui sul tuo blog alcune immagini che amo è stato davvero emozionante.
    un abbraccio
    alice

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Una passione in più che condividiamo! E' bello per me saperlo! :)
      Un abbraccio grande Alice, tanti baci!!

      Elimina
  21. Le immagini di McCurry sono bellissime, io lo adoro: è riuscito a fissare le emozioni nei colori... Ma so che c'è stato un incontro al vertice... che belli che siete!!! Un bascio!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, lui è stupefacente, sia per come tratta la luce ed il colore, sia per i messaggi universali che riesce a comunicare attraverso i suoi scatti!
      Si, c'è stato un incontro, a breve un post in merito :)
      Grazie Patty, un bacio grande a te e agli abitanti del castello!

      Elimina
  22. Roberta, le fotoco di McCurry mi hanno SEMPRE aperto una voragine nel cuore e nell'anima, quell'uomo con la macchina fotografica coglie attimi immortali.... hai visto la ragazza afgana fotografata 30 anni dopo? fa venire la pelle d'oca... baci e grazie per queste meraviglie di foto!
    baci e buona notte
    Sandra

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh si, l'ho vista Sandra, ho anche preso il video del National Geographic che documenta la ricerca della ragazza afghana, e sai che? Ha appena due o tre anni più di me....come è stata diversa la vita per me e per lei! Se ci penso vado via di cervello!
      Ti abbraccio, grazie a te!

      Elimina
  23. Tesoro questo post me lo sono gustata con il pittore .. Che emozioni .! Che brividi e quanto vorrei andarci!
    Ps sai che il pittore ha dipinto l'ultima foto? Prometto che farò la foto e te la dedico in un post :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Vaty, l'hanno prorogata fino al 4 aprile per cui un po' di tempo c'è. Se poi non ce la fai, sul suo sito trovi una serie di gallerie fotografiche una più bella dell'altra!
      Non vedo l'ora di vedere il quadro!
      Grazie, ti abbraccio forte!

      Elimina
  24. che scatti meravigliosi e penetranti!

    http://nonsidicepiacere.blogspot.it/

    RispondiElimina
  25. ...che emozione tesoro rileggerti dopo più di una settimana...e per di più con un post così bello e carico della tua più bella forza, quella che assorbi dagli altri e dall'arte e che poi ci sai rimandare con la tua purezza.
    Ti adoro, mi sei mancata tanto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che emozione per me, stellina mia, rivederti affacciare qui con il tuo sorriso e la tua adorabile crestina da folletto di città! ♥
      Veramente ieri mi sentivo debole, tanto debole, e triste, come se il peso dell'universo mi fosse caduto sulle spalle all'improvviso, ed avevo bisogno di voi per aiutarmi a sostenerlo! Oggi però, insieme a te, torna a splendere il sole!
      Un abbraccio, anche te mi sei mancata, nonostante i tuoi post quotidiani! Un abbraccio grande!!!

      Elimina
  26. Cara Roberta, un post carico di tante emozioni.... Che meraviglia di foto, grazie di averle condivise! Un abbraccio grande!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te, amica mia, per essere passata! Un abbraccio!

      Elimina
  27. Thank you for sharing the photos from the exhibit. What a wonderful photographer! I have seen his work and one of the most memorable one is of the Afghan girl... I remember her on the cover of National Geographic. Have a great day Roberta!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. He is a great photographer but, most of all, I think he's a great man because only a great man, with a great heart, can catch the human in this breathtaking way!
      Kisses :)

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...