venerdì, settembre 21, 2012

Risotto al Pecorino maremmano con pere al Sauternes e granella di pistacchi di Bronte

Navigando navigando mi sono imbattuta in un contest (eh sì, c'ho preso gusto!!) che mi ha stuzzicato molto la fantasia. E' promosso dal blog Per un Pugno di Capperi e si pone come obiettivo quello di rendere protagonista un ingrediente, per l'appunto il vino, presente su molte tavole italiane (e non solo!).
Intanto avevo visto anche un altro contest che mi piaceva, ideato dal blog Nella Cucina di Laura, tutto dedicato ai risotti....ebbene, io da lì ho imparato a cucinare, da un risotto, e mi sembrava carino partecipare.

Così alla fine ho ideato questa ricetta che unisce le due sfide in un unico piatto!

Tempo di preparazione:
30 minuti + un'ora per macerare le pere

Ingredienti per 2 persone:
180 gr. di riso Carnaroli
una pera Williams
un etto di Pecorino maremmano ben stagionato
granella di pistacchi di Bronte
brodo vegetale
15 gr di burro
mezza cipollina
un bicchiere di Sauternes
mezzo bicchiere di vino bianco secco
una grattatina di noce moscata
pepe bianco
sale q.b.

Sbucciare le pere, ridurle a dadini e farle macerare per circa un'ora con il Sauternes.

In una casseruola far appassire la cipolla tritata in 10 grammi di burro e quando comincerà ad essere dorata unire il riso, facendolo tostare per un paio di minuti. Unire una piccola grattata di noce moscata, sfumare con il vino bianco, lasciarlo evaporare, quindi cominciare ad allungare il risotto con del brodo vegetale* tiepido mescolando spesso per non farlo attaccare.

Intanto in una padella far dorare a fiamma vivace le pere, scolate dal vino che terrete da parte, con cinque grammi di burro. Quando saranno ben colorite unire il Sauternes ed abbassare la fiamma, continuando a cuocere fino a che il vino non si sarà ristretto e trasformato in una salsina bruna.

Nel frattempo quando il risotto sarà giunto a cottura mantecare con il Pecorino maremmano grattugiato.

Servire il risotto su piatti individuali, ponendo al centro le pere, irrorato con la salsina al Sauternes, cosparso di granella di pistacchi e, a piacere, con una macinata di pepe bianco fresco.

*Chi indovina come ho fatto il brodo vegetale? Bravissimi, con il mio dado home made!!!

P.S. Se non si era capito con questa ricetta partecipo al contest Il Piatto DiVino di Per un Pugno di Capperi.......


....e al contest La Sfida di Settembre: Il Risotto del blog Nella Cucina di Laura



P.P.S. ho scoperto un altro bellissimo contest, quello di RiceItaly, e ho deciso di partecipare anche a quello!


12 commenti:

  1. Pecorino maremmano...svengo!! poi oggi ho una fame assurda...qui non basta l'incontro di un giorno...a noi serve almeno un mese :D

    RispondiElimina
  2. Ricetta molto interessante, complimenti! Grazie per aver partecipato al mio contest, a presto! Luca

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te per l'attenzione! A presto!

      Elimina
  3. Io vengo sempre a curiosare all'ora di pranzo: venire qui a quest'ora è deleterio... mi si è aperto una voragine nello stomaco e fino alle 3 del pomeriggio non mangio di sicuro......aaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Noooo, povera Sandra, cambia orario, ti prego!!! Non voglio averti sulla coscienza! :)

      Elimina
  4. MOLTO INVITANTE E CURIOSO QUESTO RISOTTINO, GRAZIE PER ESSERE PASSATA A FARMI VISITA. CIAO KIARA

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille a te, e a presto! :)

      Elimina
  5. Interessante alternativa a quello Gorgonzola e Pere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, volevo provare qualcosa di diverso! Grazie mille per la visita, a presto! :)

      Elimina
  6. ciao!! piacere mio di conoscerti e grazie mille di aver partecipato alla mia sfida!! ricetta aggiunta :D

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...