lunedì, febbraio 18, 2013

Il segreto è negli ingredienti: gli spaghetti con la palamita al profumo di rosmarino

Sabato.
Una giornata favolosa, una di quelle di febbraio inoltrato in cui, in un angolo assolato e senza vento, e con un po' di ottimismo, si può già sognare di essere alle porte dell'estate.....

E allora, senza nessun programma, si sale in macchina e si va verso il mare, a far due passi e perchè no, a mangiare del buon pesce.
E capita che si trovi un posticino allettante, che si entri e ci si senta già a proprio agio, che si apprezzi l'arredamento curato, l'apparecchiatura semplice e allo stesso raffinata, che si facciano quattro chiacchiere con i gestori, che si apprezzi la musica di sottofondo, la filosofia del posto, e che si passi poi ad ordinare, scegliendo da una carta che varia a seconda delle stagioni e della disponibilità del pescato. 
Un ottimo antipasto di pesce azzurro in carpione su un lettino di ceci, saporito ed equilibrato, seguito da un primo semplice ma promettente....tagliatelle con cozze, pomodorini e basilico. 

Ed è qui lo sbaglio, anzi, il doppio sbaglio: il loro, proporre un condimento con pomodorini e basilico a febbraio, ed il mio, che mi chiedo cosa mi abbia detto il cervello, a me, strenua sostenitrice dei prodotti di stagione.
Perchè il piatto era cucinato a regola d'arte ma diciamoci la verità, il pomodorino a febbraio, oltre ad essere mortalmente pallido (e proveniente chissà da dove!), sa veramente di poco; il basilico fresco poi è pura utopia (infatti quello in questione aveva quel sapore amarognolo tipico del prodotto surgelato).

Tutto ciò per ribadire ancora una volta che il primo e più importante passo in cucina è nella scelta delle materie prime, e che è inutile essere bravi e creativi se non si parte dalle basi.

Gli spaghetti che vi propongo oggi ne sono una prova. 
Ottima la qualità della pasta, ottimo Presidio Slow Food la palamita sott'olio (che potete sostituire con il tonno ma mi raccomando, che sia ottimo anche quello, almeno per una volta!), ottimo l'olio "di casa" regalato dai nostri amici del Mariannino, ottime le olive taggiasche, ottimo, modestamente, il pomodoro, fatto l'estate scorsa con le mie manine d'oro e con i pomodori a km zero...a prima vista un piatto banale, ed è vero, una ricetta semplice e rapida, ma a fare la differenza sono gli ingredienti, e ve lo posso assicurare, il risultato è stato eccellente davvero....altro che ristorante!



Tempo occorrente:
20 minuti

Ingredienti per 2 persone:
200 gr. di spaghetti (io Vermicelli Delverde)
100 gr. di palamita sott'olio
un barattolo di passata di pomodoro
uno spicchio di aglio
un peperoncino
un rametto di rosmarino
1/2 bicchiere di vino bianco secco
olio extravergine di oliva
una manciata di olive taggiasche
sale q.b.

Portare ad ebollizione l'acqua per la pasta.
Intanto in una pentola far soffriggere in un cucchiaio d'olio l'aglio intero, leggermente schiacchiato, ed il peperoncino.
Aggiungere quindi i filetti di palamita, sgocciolati dall'olio, e il rametto di rosmarino.
Lasciare insaporire un paio di minuti, quindi sfumare con il vino bianco e lasciar evaporare.
Aggiungere la passata di pomodoro,le olive taggiasche, regolare di sale, coprire e lasciar cuocere per una decina di minuti.
Nel frattempo salare l'acqua e cuocere gli spaghetti ben al dente.
Scolarli e servirli conditi con il sugo alla palamita, aggiungendo a piacere un filo di olio a crudo.



42 commenti:

  1. Hai ragione cara i prodotti di stagione sono importantissimi per la buona riuscita di un piatto e i tuoi spaghetti ne sono la prova.Bravissima. Un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' che mi piacerebbe che tutti se ne rendessero conto..... :)
      Un abbraccio immenso :)

      Elimina
  2. insomma..sto locale è caduto proprio su una banalità! peccato!!da come lo hai descritto nelle prime righe sembrava il locale perfetto!
    Perfetto è invece questo piatto..e anche io sono d'accordo con te..la qualità fa la differenza e si sente!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, ma anche io non sono stata da meno perchè con tute le cose buone che c'erano sulla carta....tra l'altro ci tornerò comunque perchè, a parte tutto, siamo stati bene però, ripensando a quei pomodorini pallidi, mi è tornato in mente il sapore intenso di questo sugo :)
      Baci Sarina ♥

      Elimina
  3. Ah come ci credo allabontà del tuo piatto!
    Tu che sei sempre così attenta alla qualità!
    Brava, vorrei poter essere così informata e così costante in una decisione così importante come la tua!
    Baci!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tu mi hai già battuta, nei tuoi articoli si trova sempre una grande consapevolezza :)
      Per il resto, anche io mi faccio i miei sgarri, non ti credere, ma alla fine devo sempre ammettere che non c'è paragone :)
      Un bacio grande!!!

      Elimina
  4. Ciao Roberta!Devo darti ragione,anche se non sono una che compra solo prodotti di stagione(mi capita anche di comprare prodotti surgelati),quanto meno un ristorante deve farsi conoscere dalla qualità delle pietanze che prepara,magari pochi piatti ma freschi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che poi tra l'altro guarda che ho mangiato bene e trovato un sacco di idee interessanti sul menù, tanto che ci tornerò, magari la prossima volta cercando di scegliere con più attenzione.....è che quel sole, quel mare, forse ci avevano messo a tutti in un mood estivo :)

      Elimina
  5. Mh. La mia faccia ora.
    Sorrido e penso a te, sabato, a casa mia. Ci saranno verdure di stagione? Di solito si, come babbo comanda. Ci saranno di certo tanti abbracci, amica mia!
    Tutto deve essere scelto dalla radice, ecco dove è il segreto. L'altro giorno pensavo ad un iceberg. Ciò che si vede sopra, quello che emerge, è solo la punta di un enorme patrimonio nascosto. Quindi pomodorini oggi per scelte giuste domani, tu che sei saggia impari, invece c'è chi non imparerà mai. Ti ho scritto un sacco di cose non so se hai capito...c'ho un minestrone in testa... ♥
    Ti voglio bene

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho capito sì minestrone mio, ed anzi, tu hai capito subito il messaggio nascosto del mio iceberg.....in cucina come nella vita capita di tutto, e si può scegliere un surgelato o una verdura di stagione e non c'è nulla di male, tutto sta nell'essere consapevoli della differenza e nel non aspettarsi le stesse cose dall'uno o dall'altro.....voglio dì, anche io non sono male quanto a ingarbugliarmi eh?!? ♥
      Anche io ti voglio bene, aspetto sabato fremendo!!!!

      Elimina
  6. Io scendo spesso a compromessi. Acquisto un po' di tutto visto che sono allergica o intollerante alla maggior parte delle verdure invernali ma i pomodori no...sono l'unica cosa su cui non transigo.
    Una cosa è certa comunque...ovvero che assaggerei volentieri questa pasta meravigliosa!
    Un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh, dev'essere veramente una cosa scocciante questa delle intolleranze!
      Ti devo dire la verità, anche io non è che sia un'integralista totale, però effettivamente devo dire che quando scelgo con attenzione l'impegno viene ripagato sempre :)
      Un bacio grande a te Babe!

      Elimina
  7. Amica mia!! :D Ahah, quanto hai ragione. Forse eri già immersa davvero nell'atmosfera estiva che.. ti sei dimenticata che era solo febbraio :D Purtroppo succede.. a me quando la testa mi fa desiderare così tanto il sole e il caldo che non penso più a quello che è o non è di stagione: lo voglio e basta! :) Poi mi pento irrimediabilmente ma è troppo tardi. La qualità degli ingredienti e la loro stagionalità è fondamentale per la riuscita di un buon piatto: i tuoi spaghetti ne sono la prova lampante!! Complimenti, TVTTTTTTB!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Siiiii, anche secondo me è come dici te, era una giornata talmente bella che solo dopo, mentre mangiavo, mi son detta...ma che rincoglionita, mica è agosto, per forza non ci può essere il prodotto fresco :)
      E comunque ribadisco, non volevo demolire il ristorante, anche perchè siamo stati bene e loro veramente carini.....e se quest'estate, chissà, hai visto mai, riuscissi a scendere in Maremma ti ci porterei senz'altro :)
      Un abbraccio stella mia, anche io ti voglio bene ♥

      Elimina
  8. tesoro pensa che proprio un paio di giorni fa mi era venuta voglia di una focaccia con pomodorini.. ebbene ho rinunciato! perchè i pomodori di febbraio non sono certo quelli di luglio... per il basilico io ho una piccola serra (una cosa proprio da ridere a crepapelle :D) dove ho 3-4 piantine che mi sfornano qualche foglia anche fuori stagione ma non parliamo di foglie verdi e rigogliose che crescono a iosa sotto i raggi estivi! Tirando le somme, nella sua semplicità questo piatto è straordinario.. perchè,concordo come sempre con te, gli ingredienti di stagione e home made fanno la differenza!:* complimenti amica anche per la passata! le mie sono già finite :((! un abbraccio grande grande gioia:***

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ehehehe, sei stata più saggia di me, io come dicevo ad Ely devo essere stata colta da un abbaglio e probabilmente con quel sole e con quel mare mi credevo in piena estate :)
      Che bella la serretta, anche fossero poche foglioline è già tanto, io di fatto da settembre-ottobre in poi metto una croce sopra al sapore di basilico, salvo quello che c'è nella mia passata e che si mantiene abbastanza bene! Purtroppo anche le mie sono andate, l'altro giorno ci ho fatto il ragù e fine delle trasmissioni :(
      Baci tesoro mio!!!!

      Elimina
  9. Capita a volte di prendere della cantonate. Mi sarei lasciata tentare anch’io da quella pasta con la voglia irrefrenabile d’estate che ho…ogni giorno di più!
    Di sicuro però non prenderei una cantonata con i tuoi spaghetti. Mi piace il sughetto profumato al rosmarino e mi vieni anche in soccorso: insieme alla maggiorana è l’unica erba aromatica che ancora resiste al mio pollice nero :)))))) La prossima volta che li vedo mi lascio tentare dai filetti di palamita. Un bacione, buona settimana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Siiiii, lasciate tentare che sono saporiti e buoni, e poi almeno sappiamo da dove vengono che con il tonno è un'impresa!
      Tra l'altro il rosmarino, che ci stava davvero bene, c'è finito dentro per gli stessi motivi tuoi, ovvero che è l'unica erba aromatica, insieme ad una sparuta salvia, ad essermi sopravvissuta all'inverno ;)
      Un bacio grande a te Fede!!!

      Elimina
  10. Amica, condivido perfettamente e mi detesto perché compero i pomodori anche d'inverno..unico prodotto che acquisto fuori stagione, e sai perché? Perché Serena non mangia nessun'altra verdura di contorno..quindi nelle zuppe le 'caccio' di tutto, ma con il secondo mi 'tocca' prendere pochi pomodori..fanno schifo, ma finché non cresce ed apprezza il resto non mi sento di lasciarla senza un minimo di contorno... sob.
    Ottima pasta amica, 'sta palamita mi piace un sacco e qui non si trova mannaggia!
    Baci! Roby

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh vabbè Roby, se la piccina non mangia altro come dovresti fare?
      io credo che nella vita l'importante siano la consapevolezza e l'equilibrio, e che non si possa essere integralisti, tanto meno sul cibo....tu cucini un sacco, cucini bene, sei attenta nelle tue scelte, ti documenti.....mica vorrai detestarti davvero per due pomodori fuori stagione?!? :)
      Via, la palamita se la trovo te la mando!
      Baci Roby!!!

      Elimina
  11. Roby, le cose semplici e con pochi ingredienti sono le più difficili da realizzare... La palamita da noi cambia sesso e diventa O Palamm't', che data la pesantezza era anche il soprannome di un mio ex capo... Anche io come Roberta su compro i pomodorini anche d'inverno, perchè ho lo stesso problema suo: pochissime verdure sono ammesse al tavolo degli invitati! Però spezzo una lancia a mio favore (poi vattelapesca se è vero!): frutta e verdure le compro da un piccolo verdummaio qui vicino che vende cose sue e di persone che abitano vicino a lui andando verso Benevento, quindi non nelle zone malsane che ogni tanto balzano alle cronache (qui col km0 dobbiamo fare atenzione!) e i pochi datterini che mi vende giura che sono rigorosamente siciliani... Sarà vero? Boh, non c'è scelta. Un bascio e complimenti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahah, davvero da voi è maschile?
      Immagino poi la simpatia dell'ex capo per conquistarsi un tale nomignolo :)
      Beh Patty, come dicevo su con Roby mica che uno pe' campà deve per forza fare i miracoli, se le fatine mangiano solo pomodori, che pomodori siano, mica si può fargli venire la pellagra per testardaggine di non comprare altro!
      Tra l'altro davvero, mica sempre il chilometro zero è garanzia totale :)
      Quindi tanto di cappello a te, come a Roby, che con saggezza ed intelligenza cercate un equilibrio tra tutte le esigenze :)
      Un bacio grande e riguardati!

      Elimina
  12. Ciao Roby....lo so hai ragione,a volte ci casco anch'io fortuna che ho a disposizione molta scelta dei prodotti di stagione....acipicchia è come se fanno la differenza e non solo la stagionalità ma anche le sementi
    e la crescita di questi prodotti....
    Il tuo piatto deve essere gustosissimo di certo e due belle forchettate le prendo volentieri.Ciao :-)
    Z&C

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero Ketty, magari potessi avere un orto dove liberare la piccola contadina che è in me :)
      Penso che mi ci sentirei una regina!!!
      Un abbraccio grande!

      Elimina
  13. hai ragione mia cara. condivido in pieno. c'è poco da fare: la natura ci regala frutta e verdura di stagione e noi non possiamo far altro che accoglerli. ma nel loro ordine naturale.
    e sai che ti invio per aver avuto quell'olio speciale "di casa"?
    un bacione Roby <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione Vaty, è una gran fortuna vivere proprio al centro di un territorio ricco di viti ed olivi, da noi l'olio buono, che sia regalato o acquistato in azienda, non manca davvero mai!
      Un abbraccio grande a te!

      Elimina
  14. un piatto davvero ottimo, però ci sono sempre i pomodorini appassiti, quelli del piennolo (mi pare si scriva così, io li uso in inverno, sono quelli dell'estate appassiti e poi ci sono quelli in salamoia interi, che vanno molto bene per i sughi, le salse, altrimenti non ci resta che aspettare...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione Tam, quelli del piennolo sono favolosi!
      Però non so dove trovarli qui!
      un abbraccio dalla tua Maremma!

      Elimina
  15. Stagionalità! Sono d'accordissimo Roby!! Guarda un po' che bella ricettina che hai fatto :-) Wowow Bravissima! Già che ci sono ti ricordo anche il nostro giveaway, se ti va di partecipare ne saremo felicissimi :-) Bacioni!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Me lo ricordo, me lo ricordo, è solo che il tempo mi è volato....immagino a voi anche di più!!!
      Un abbraccio grande grande e bentornati, mi siete mancati! :)

      Elimina
  16. Hai ragione Roberta e io posso testimoniarlo! Quando torno in Italia e mangio le verdure o la frutta dell'orto di mio padre, è tutta un'altra storia! Questa pasta sarà pure banale, ma sfido chiunque a trovare qualcuno a cui non piaccia! Un abbraccio forte! (anch'io voglio andare al mare!)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già, tra l'altro immagino la penuria di verdure nell'inverno irlandese!
      Un abbraccio forte forte anche a te, ti mando il rumore del mare....chiudi gli occhi....lo senti?!?

      Elimina
  17. E non sai quanto hai ragione, questa globalizzazione ci sta fregando, complice anche il surgelatore che però io amo!
    Comunque a parte le cialtronaggini personali, in questi ultimi mesi ho cambiato sempre di più il mio approccio con il cibo. Devo dire che anche se qualche volta cedo (ancora purtroppo) sto migliorando cercando sempre più di rispettare la natura ed i suoi cicli e mentre lo faccio coinvolgo tutta la famiglia! Soprattutto piccolo scalatore che pian piano sta acquistando più consapevolezza di me!
    Il tuo piatto è ottimo e mi sa che stasera lo replico!
    Un abbraccio grande.
    ALice

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A dire il vero anche io, che quanto a cialtronaggine ti batto alla grande, ho sempre il surgelatore piene, ma sempre meno di cose acquistate e sempre più di cose fatte da me e messe via.
      Poi diamine, gli sgarri ci sono e la perfezione sarebbe un'utopia, io stessa predico bene e a volte razzolo male, sia chiaro, però credo che sia come l'educazione, l'importante è sapere cosa è giusto e cosa è sbagliato, e poi scegliere se attenercisi o no! Quello che invece a me spiace, spesso, è la mancanza di educazione al cibo e di consapevolezza di ciò che si acquista!
      Vabbè, son noiosa, lo so, mi sembra di essere Savonarola ;)
      Un abbraccio Alice La Bella Panettiera ♥

      Elimina
  18. il pomodoro pallido... malaticcio... io ti capisco, compro solo cavoli adesso e in casa mia sono già alla rivolta sociale....
    bellissimi questi spaghetti alla palamita... che voglia di mare mi fai venire!!!
    baci
    Sandra

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahah, me li immagino i membri della tua famiglia, non so perchè soprattutto la furious ;)
      Speriamo arrivino presto i carciofi a salvarti la vita, almeno fino a che non si stuferanno anche di quelli!
      Un abbraccio e....oh, se capiti al mare in Maremma fammi sapere eh!

      Elimina
  19. Parole sante cara Roby. Nei limiti del possibile meglio andare a km0, che oltre a fattori ecologici ci si guadagna anche in fatto di gusto e salute. Ovvio che io il pesce di mare a km0 non lo troverò mai, ma mi consolo con delle ottime verdure del mio orto (quando ne sarà il momento). E per ora con tanto tanto formaggio di capra... rigorosamente a... metri 20?! (Altro che km0, ahahahah).
    Un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahhhhhh, meraviglia Elle, ho guardato e riguardato le tue foto con il cuore traboccante di stupore e tenerezza, davvero quegli scatti riportano al centro, all'essenza della vita! :)
      E che buoni devono essere i vostri formaggi, io non oso nemmeno sognarmeli!
      Un abbraccio immenso ♥

      Elimina
  20. Mi sarei tuffata anch'io sulle tagliatelle,senza badare ad altro,facendo poi come te,una saggia riflessione.Sicuramente il tuo primo è saporito e preparato soprattutto con gli ingredienti giusti,ne bastano pochi,ma di ottima qualità!
    Un abbraccio cara,sei sempre attenta e brava!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie damiana, tu invece sei sempre dolce e sorridente, ed ogni tua visita è un piacere :)

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...